Configurazione dei campi aggiuntivi

 

I campi aggiuntivi si usano per estendere e personalizzare le informazioni contenute nel database di Kleos.  Kleos gestisce le informazioni contenute nei campi aggiuntivi nello stesso modo delle informazioni inserite nei campi predefiniti.  Per esempio, le opzioni di ricerca avanzata consentono di definire criteri di ricerca che includono i campi aggiuntivi.

Kleos permette di definire i campi aggiuntivi per pratiche e anagrafiche.  Sono definiti nel segnalibro generale della schermata di configurazione.  Tutti i campi aggiuntivi definiti per le pratiche saranno disponibili per tutte le pratiche, e tutti i campi aggiuntivi definiti per le anagrafiche saranno disponibili in tutte le anagrafiche.

 

 

 

Altrimenti, è possibile definire i campi aggiuntivi con un altro metodo.  I campi aggiuntivi definiti in questa maniera saranno disponibili solo per le pratiche e le anagrafiche inerenti allo stesso ambito delle definizioni dei campi aggiuntivi.  I campi secondari possono essere definiti nelle seguenti entità di dati:

  • I profili sono definiti per le anagrafiche, ed è possibile definirne un numero illimitato.  Ciascun profilo può contenere un insieme specifico di campi aggiuntivi che saranno creati nel momento in cui il profilo viene assegnato a un’anagrafica.  I campi aggiuntivi relativi ai profili saranno disponibili solo per le anagrafiche che includono i profili.
  • Tipi di pratica. Si possono definire campi aggiuntivi relativi alle tipologie di pratica, che saranno disponibili solo nel caso in cui appartengano a quella tipologia definita.
  • Tipi di parte. Si possono definire campi aggiuntivi relativi alle tipologie di parte presenti nella pratica, e saranno disponibili solo per le anagrafiche definite per il tipo di parte corrispondente.
  • Rapporti fra anagrafiche e rapporti fra tipologie di parte.

 

Tutte le finestre utilizzate in Kleos per definire campi aggiuntivi hanno lo stesso aspetto.

 

 

Il menu superiore consente di definire nuovi gruppi e campi.  L’elenco di gruppi e campi viene mostrato sulla sinistra.  La parte destra della finestra invece visualizza le caratteristiche del campo selezionato.

Tutti i campi aggiuntivi andrebbero inclusi in un gruppo.  Cliccare su “Creare gruppo” e definire il nome del gruppo.  I gruppi di campi aggiuntivi sono solo uno dei modi per aggregare i campi, con l’obiettivo di visualizzarli in modo organizzato nella finestra di Kleos.  Non è possibile definire campi aggiuntivi almeno finché non sia stato creato un gruppo.

 

Si raccomanda vivamente di seguire un approccio sistematico nella definizione dei campi aggiuntivi:

  • Definire il tipo di campo aggiuntivo. Kleos consente di utilizzare i seguenti tipi di dati:
  • Definire il nome del campo aggiuntivo. Si raccomanda di utilizzare un nome descrittivo. È possibile, ma è sconsigliato, l’utilizzo dello stesso nome nei campi aggiuntivi di diverse entità di dati.  Per esempio, è possibile definire un campo aggiuntivo per pratiche nominate “riferimento_interno” e usare lo stesso nome (riferimento_interno) in un campo aggiuntivo per le anagrafiche.
  • Definire l’etichetta che sarà visualizzata sullo schermo per identificare il campo aggiuntivo. Si raccomanda vivamente di utilizzare un’etichetta descrittiva che richiami il più possibile il nome del campo aggiuntivo.  La posizione relativa dei campi aggiuntivi sulla schermata può essere modificata utilizzando le frecce.
  • Definire i criteri di validazione dei campi.  Le opzioni di validazione dipendono dal tipo di campo aggiuntivo.

 

È possibile aggiungere, modificare o cancellare la configurazione di campi aggiuntivi in qualsiasi momento.  Cancellare un campo aggiuntivo implica che saranno cancellati tutti i dati in esso contenuti.  Spostare un campo aggiuntivo da un’entità di dati di Kleos a un’altra significa che il campo aggiuntivo dev’essere duplicato e che tutte le informazioni che esso contiene dovranno essere reinserite manualmente nel nuovo campo prima della cancellazione di quello originale.

La definizione di campi aggiuntivi richiede una pianificazione preliminare:

  1. Identificare le informazioni aggiuntive che si desidera avere su Kleos.
  2. Identificare l’ambito di ciascun dato. Questo significa scegliere quale entità di dati si vuole definire nel campo aggiuntivo.
  3. Individuare il tipo di campo aggiuntivo e le regole per la sua validazione.
  4. Aggregare i campi aggiuntivi di ciascuna entità di dati in gruppi.

Una volta completata la pianificazione, si può iniziare a definire i campi aggiuntivi in Kleos.

 

 

DOWNLOAD DOCUMENTATION
User Manual
DOWNLOAD PDF
Full Kleos Manual
DOWNLOAD PDF